Rifugi e bivacchi, da Regione 3,3 milioni di euro per riqualificazione e miglioramento dell’accessibilità

    5
    Visualizzazioni

    (Lnews – Milano) Regione Lombardia punta ad erogare contributi a fondo perduto per la riqualificazione, la gestione sostenibile e l’accessibilità di rifugi e bivacchi esistenti.

    Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta su proposta del presidente Attilio Fontana, di concerto con gli assessori a Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, a Sport e Giovani, Martina Cambiaghi, al Bilancio, Davide Caparini e al Turismo, Lara Magoni, che propone di modificare la legge regionale (1 ottobre 2014) che regolamenta la materia (‘Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive dell’impiantistica sportiva e l’esercizio delle professioni sportive inerenti alla montagna’), prevedendo il finanziamento fino all’ammontare dell’80% della spesa sostenibile. Il suo iter proseguirà in Consiglio regionale per la definitiva approvazione.

    LE RISORSE – Le risorse previste ammontano a 3,3 milioni in totale, di cui 1,3 milioni di euro nel 2020 e 1 milione di euro per ciascun anno del biennio 2021-2022.

    CAPARINI: MIGLIORIAMO ANCHE CONTESTO IN CUI SI TROVANO RIFUGI “Con le risorse disponibili – ha commentato l’assessore Caparini – s’intende avviare un bando finalizzato all’erogazione di contributi per la riqualificazione di rifugi e bivacchi esistenti. Tali contributi saranno destinati al miglioramento del contesto in cui si trovano i rifugi e, in particolare, a consentire l’abbattimento delle barriere architettoniche, rendendo quindi più agevole la fruibilità degli stessi”.

    SERTORI: SFRUTTARE POTENZIALITA’ AMBIENTE MONTANO – “Nello specifico – ha spiegato Massimo Sertori – in considerazione del costo più elevato dei mezzi di traporto e di manodopera impiegati per tali interventi, Regione si impegna ad avviare un bando finalizzato all’erogazione di contributi per migliorare il delicato contesto ambientale e paesaggistico in cui sono allocate le strutture”.
    “Abbiamo l’obiettivo – ha concluso Sertori – di sfruttare le capacità e le potenzialità che il territorio montano offre”.

    CAMBIAGHI: PIU’ QUALITA’ E SICUREZZA PER OLTRE 500 RIFUGI – “Ancora una volta – ha aggiunto l’assessore Martina Cambiaghi – Regione vuole valorizzare l’importante patrimonio del territorio montano lombardo migliorando la qualità e la sicurezza degli oltre 500 rifugi e bivacchi montani che accolgono ogni anno e in ogni stagione gli escursionisti dediti al turismo lento”.
    “Si tratta di un ulteriore lavoro di rilancio delle vette lombarde e delle attività sportive che vi si praticano, che passa da queste storiche strutture. Bivacchi e rifugi – ha sottolineato – rappresentano dei veri e propri musei che, sin dalla seconda metà dell’Ottocento, in concomitanza con il diffondersi delle attività alpinistiche e la necessità di avere luoghi di sosta e riparo, raccontano l’escursionismo regionale”.

    MAGONI: REGIONE DIMOSTRA ANCORA UNA VOLTA IMPEGNO CONCRETO – “Regione Lombardia – ha commentato l’assessore Lara Magoni – dimostra ancora una volta di occuparsi in modo concreto delle sue montagne. Assieme al bando da 17 milioni di euro che ho previsto per la riqualificazione delle strutture alberghiere – ha concluso – questo è un ulteriore segnale della lungimiranza con la quale Regione vuole operare, in vista delle Olimpiadi invernali 2026, per promuovere e rilanciare al meglio le nostre montagne olimpiche”.

     

    Seguiteci anche su www.lombardianotizie.online

     

     

    Leggi l’articolo completo al seguente link:
    https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia-notizie/DettaglioNews/2020/02-febbraio/10-16/giunta-rifugi-e-bivacchi/giunta-rifugi-e-bivacchi