Cultura. Assessore Regione: bandi strumenti essenziali per attuazione politiche e valorizzazione patrimonio

    1
    Visualizzazioni

    (LNews – Milano) E’ in corso, a Palazzo Lombardia, l’incontro per la presentazione dei ‘Bandi Cultura 2019’, che vede la partecipazione dell’assessore regionale all’Autonomia e Cultura, dei dirigenti e dei funzionari dell’Assessorato.

    “I bandi sono strumenti essenziali con cui Regione attua le politiche culturali e sono strumenti privilegiati per la valorizzazione del patrimonio e dei luoghi della cultura” ha detto l’assessore, in apertura dei lavori, che si stanno svolgendo in videoconferenza diretta con gli Uffici territoriali di Regione Lombardia, nei capoluoghi di provincia.

    “Oggi le politiche di valorizzazione devono necessariamente seguire un criterio decentrato, in capo agli Enti territoriali” – ha sottolineato il responsabile della Cultura di Palazzo Lombardia, rivolgendo un plauso alla platea particolarmente numerosa.

    GRANDE ASPETTATIVA – “La stesura di questi bandi ha richiesto una particolare elaborazione, attuata dagli Uffici, che ringrazio per il lavoro svolto – ha proseguito l’assessore -. Mi aspetto molto da questi bandi, che confido possano aiutare a realizzare progetti interessanti e suggestivi, e che si affiancano ai Pic, i Piani integrati della cultura, che la Regione propone insieme a Fondazione Cariplo e UnionCamere”.

    BENI ECCLESIASTICI, COMPLEANNI E SPETTACOLO – Tre i temi toccati dall’assessore nel suo intervento: la novità dei fondi resi quest’anno disponibili per il recupero dei beni ecclesiastici, “un patrimonio indubbiamente importante per la nostra regione, che in molti casi versa in stato di trascuratezza”; i ‘compleanni’, che l’assessore – ricordando che quest’anno ricorrono quelli di Carlo Cattaneo, Giuseppe Parini e Gianni Brera, ma anche il 40mo del riconoscimento del primo sito Unesco in Italia: quello delle incisioni rupestri in Valle Camonica, là dove c’è la Rosa camuna, simbolo di questa grande Regione – ha invitato a considerare nella compilazione delle domande, poiché “le politiche pubbliche in tema di cultura non possono che seguire le cadenze del calendario della storia e valorizzare i compleanni di lombardi illustri, favorendo la ‘manutenzione’ e anche la promozione dei valori che alimentano e sostengono la nostra cultura”; da ultimo, il settore dell’audiovisivo lombardo “che merita attenzione e deve essere ripensato e rilanciato, cosa che intendiamo fare anche attraverso il bando per la valorizzazione dello spettacolo”.

    I BANDI OGGETTO DELL’INCONTRO – Al centro dell’incontro di oggi verranno in particolate illustrati novità, caratteristiche, finalità e requisiti dei seguenti bandi:
    – Bandi per la presentazione di progetti di valorizzazione e promozione di istituti e luoghi della cultura, siti Unesco, itinerari culturali e catalogazione del patrimonio culturale – l.r. 25/2016;
    – Bandi per la presentazione di progetti di promozione educativa e culturale, di promozione della musica e della danza e di promozione della cultura cinematografica e audiovisiva – anno 2019;
    – Criteri e modalità per l’assegnazione dei contributi agli enti e istituzioni ecclesiastici;
    – Criteri e modalità per l’assegnazione dei contributi per progetti di salvaguardia del patrimonio immateriale.

     

    Leggi l’articolo completo al seguente link:
    http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia-notizie/DettaglioNews/2019/05-maggio/13-19/cultura-bandi-strumenti-essenziali/cultura-bandi-strumenti-essenziali