Terzo settore e welfare abitativo. Bolognini: Brescia realtà che spicca, dal 2016 stanziati 28 milioni per territorio

    2
    Visualizzazioni

    (LNews – Brescia) L’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità della Regione Lombardia, Stefano Bolognini, ha incontrato la direzione strategica dell’Ats di Brescia con una rappresentanza dei sindaci e dei presidenti delle Assemblee distrettuali per fare una ricognizione dei bisogni e illustrare le misure attualmente disponibili. Nell’occasione Bolognini ha annunciato che, entro aprile, sarà pubblicato il nuovo bando per il terzo settore.

    L’ANNO SCORSO FONDI PER OLTRE 237.000 EURO – “Solo a Brescia – ha spiegato Bolognini – il terzo settore conta su 614 organizzazioni di volontariato e 299 associazioni di promozione sociale, una realtà seconda solo a Milano. Nel bando dello scorso anno, nel bresciano abbiamo finanziato 9 progetti, di cui 3 interprovinciali che hanno coinvolto 25 associazioni e 12 organizzazioni, per un valore di 237.450 euro”.

    WELFARE ABITATIVO – “Il nostro impegno – ha aggiunto Bolognini – è molto più articolato. Se consideriamo le misure di welfare abitativo, nel solo biennio 2016-2018, abbiamo assegnato in provincia di Brescia 8.332.000 euro. Per i contributi di solidarietà (2016-2018) 5.281.748 euro, 10.831.294 euro (2016-2020) per la riqualificazione di 599 alloggi dell’Aler Brescia-Cremona-Mantova, di cui già 236 recuperati a febbraio 2019. Infine dei 33 laboratori di quartiere finanziati nel 2018 in Lombardia uno (Un ponte sul blu, percorsi verso l’autonomia) riguarda l’Ats di Brescia e il suo territorio ed è in corso di attuazione, con un contributo di 252.000 euro”.

    PARCHI GIOCO INCLUSIVI – L’assessore ha ricordato anche le iniziative legate ai Parchi gioco inclusivi: 16 comuni bresciani (Bagnolo Mella, Botticino, Castel Mella, Desenzano, Gavardo, Ghedi, Gussago, Lonato del Garda, Montichiari, Nave, Orzinuovi, Palazzolo S/Oglio, Rezzato, Rovato, Salo e Travagliato) hanno potuto beneficiare di contributi pari a 393.310 euro.

    LOTTA LUDOPATIA E CONTRASTO AL GIOCO AZZARDO – “Per lo sviluppo e il consolidamento delle azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico – ha proseguito Bolognini – abbiamo destinato ai Comuni dell’Ats di Brescia oltre 269.000 euro”. I fondi sono stati così distribuiti:

    – 132.672 euro per 9 progetti finanziati sulla Linea 1 (quelli assegnati in continuità con il precedente bando, ai comuni di Borgosatollo, Brescia, Collebeato, Comunità Montana Valle Trompia, Desenzano Del Garda, Comunità Montana Valle Sabbia, Montichiari, Ospitaletto);

    – 136.400 euro per 5 progetti finanziati sulla Linea 2 (nuovi progetti) e assegnati ai comuni di Chiari, Comunità Montana Vallecamonica, Gottolengo, Palazzolo Sull’Oglio, Sebino Bresciano.

    “I nuovi interventi sulla ludopatia – ha precisato l’assessore – hanno a loro volta una dotazione di 719.000 euro per la provincia e di 86.200 euro per l’Ats di Brescia”.

    DIRITTO AL CIBO – Infine i fondi che abbiamo assegnato per il 2019 sul diritto al cibo nell’Ats Brescia ammontano a 1,6 milioni di euro, in particolare sono stati destinati a:

    – Gruppo 29 maggio ’93, Maremosso – organizzazione di volontariato, Cauto – cantiere autolimitazione cooperativa sociale a.r.l e Cooperativa sociale tempo libero;

    – Gruppo 29 Maggio’93 – Progetto ‘Recuperiamo’ Ghedi realizzato col contributo regionale di 30.000 euro.

    IMPEGNO PER IL FUTURO – “Un’attenzione – ha concluso Bolognini – che abbiamo mantenuto costante nel tempo e che ci intendiamo garantire anche in futuro”.

     

    Leggi l’articolo completo al seguente link:
    http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia-notizie/DettaglioNews/2019/03+-+marzo/11-17/terzo-settore-e-welfare-abitativo-bolognini-brescia/terzo-settore-e-welfare-abitativo-bolognini-brescia